Concordia sulla Secchia (MO), 29 giugno 2018 – CPL CONCORDIA ha appreso con soddisfazione il pronunciamento della Corte suprema di Cassazione che ha respinto il ricorso della Procura di Modena contro la sentenza di proscioglimento dall’accusa di associazione a delinquere e di truffa sul fotovoltaico pugliese pronunciata nel 2017, confermando così l’assoluzione per la cooperativa e per le persone coinvolte.

 

L’azienda, ribadendo la propria fiducia negli organi giudicanti, conferma di avere sempre operato sia dal punto di vista legale che imprenditoriale nel pieno rispetto delle normative vigenti.

Categoria: CategorieComunicati stampa

29 giugno 2018

Certificazioni e accreditamenti