CPL CONCORDIA, LEGALITÀ COME VANTAGGIO COMPETITIVO
Le dichiarazioni del Presidente Mauro Gori al termine della Tavola Rotonda sulla Legalità a Modena

 

Modena, 17 maggio 2016 – Si è svolta oggi a Modena la Tavola Rotonda promossa e organizzata da Legacoop nazionale sul tema delle collaborazioni tra le istituzioni per ripristinare la legalità e tutelare l’occupazione. All’incontro sono intervenuti il Presidente di Legacoop Nazionale Lusetti, il Ministro del Lavoro Poletti, il Presidente ANAC Cantone, il Presidente di CPL CONCORDIA Gori, oltre al Prefetto di Modena Michele di Bari, a Barbara Coccagna dello Staff dell’ANAC, al Presidente della Regione Emilia Romagna Bonaccini e della Provincia di Modena Muzzarelli.

 

Al termine dell’incontro il Presidente di CPL CONCORDIA Mauro Gori ha dichiarato: “Il ‘caso CPL’ è quello di un grande gruppo cooperativo, colpito da un atto amministrativo che può avere effetti devastanti come l’interdittiva antimafia, che reagisce con grande determinazione e tempestività, adottando atti di dissociazione e discontinuità grazie ad una vasta partecipazione dei soci, che sconfigge la cultura del silenzio con la cultura della trasparenza e che oggi si propone sul mercato facendo della legalità un vantaggio competitivo, la leva della propria penetrazione nel mercato. 

 

Pur avendo intrapreso questo percorso, c’è comunque il rischio che la nuova CPL sia costretta a pagare ancora per atti commessi dalle precedenti gestioni, che nulla più hanno da spartire con la realtà aziendale odierna. E’ pertanto necessario che la predisposizione delle linee guida da parte dell’ANAC valorizzi i percorsi virtuosi compiuti o intrapresi dalle aziende e sappia favorire un effetto di risanamento e di controllo delle imprese”.

 

Categoria: CategorieNews

20 giugno 2016

Certificazioni e accreditamenti